Da sempre appassionata di psicologia e benessere, mi sono laureata in psicologia clinica e di comunità nel 2005 e specializzata in psicoterapia ad approccio breve strategico nel 2010. Sono regolarmente iscritta all’Ordine degli Psicologi del Lazio.

Ho iniziato il mio percorso professionale come tirocinante volontaria presso un centro diurno anziani fragili in cui ho appreso molto, soprattutto a relazionarmi e a comunicare con gli anziani. Tale esperienza mi ha permesso di iniziare a lavorare come formatrice per assistenti e operatori nell’ambito geriatrico nei seguenti temi: problematiche psicologiche legate alla terza età, la comunicazione con l’anziano ed il ruolo della famiglia e del caregiver. Parallelamente, una volta abilitata all’esercizio della professione di psicologo, ho continuato a collaborare con il centro diurno anziani fragili svolgendo colloqui di sostegno psicologico per gli utenti che ne facessero richiesta. Con mia grande sorpresa mi sono resa conto di quanta proattività e voglia di migliorarsi ci sia in queste persone. Ho imparato che non siamo di fronte ad una malattia ma ad una fase della vita che non può essere accettata passivamente ma che deve essere “vissuta”, confrontandosi con le difficoltà e le carenze e puntando sulle risorse residue, evitando così di “ammalarsi” inutilmente e prematuramente. E’ un occasione per fare i conti con il passato, per elaborare eventuali “rimpianti” ed emozioni negative che possono insorgere. Nello stesso tempo, lavorare con la famiglia e con gli operatori permette agli stessi di comprendere e abbattere gli stereotipi, informare e formare nella relazione con l’anziano. Facilitare la comprensione e l’elaborazione di emozioni emergenti che spesso non permettono di comunicare e di stare vicino alla persona in modo adeguato; lavorare sull’eventuale separazione  e sul lutto (reale o solo “fantasticato”) che troppo spesso impediscono di mettersi in relazione nel presente; affrontare il senso di colpa e restituire alla persona un senso di efficacia.

Ora sono una psicoterapeuta libero professionista che continua ad assistere gli anziani e le loro famiglie privatamente ma non avrei potuto farlo (ne forse avrei avuto la motivazione a farlo) se non avessi speso quegli anni a voler comprendere ed intervenire in un ambito forse ancora troppo poco considerato.

Da qualche anno, dopo aver terminato il corso in IAA (interventi assistiti con animali) nel ruolo di psicologa referente e responsabile di progetto, collaboro a titolo di volontariato con un’associazione che svolge interventi su disabili e anziani potenziando le loro capacità strutturali, emotive, affettive e comunicative  attraverso la relazione con un animale (cane, cavallo e asino). Anche in questo caso mi sono scontrata con tanti pregiudizi e stereotipi e ho visto quanto una relazione efficace possa apportare dei cambiamenti e dei miglioramenti a 360 gradi sulla persona e sul sistema famigliare.